In occasione dell’uscita della seconda stagione (che devo ancora vedere) vi vorrei parlare di una serie che ho visto un paio di anni fa, Euphoria, prodotta da Sam Levinson nel 2019 e composta da otto episodi.

La serie vede protagonista Rue (Zendaya), un diciassettenne tossicodipendente appena uscita dalla riabilitazione, e i suoi compagni di scuola. La serie si incentra sulle problematiche adolescenziali, senza filtri.

Ho visto diversi teen drama, e posso dire con certezza che questo è il più adulto. È esplicito (a volte un po’ troppo), senza filtri, e non si fa problemi a raccontare la realtà giovanile di oggi, fatta di paure, incertezze e cambiamenti, che a volte vengono affrontati attraverso l’alcool, il sesso o le droghe. È una serie realistica, capace di raccontare il mondo difficile degli adolescenti senza il filtro spesso edulcorato che viene usato nei prodotti di intrattenimento. Devo essere sincera, i personaggi, tranne due o tre, non mi stanno proprio simpatici, ma la serie merita molto, è fatta davvero bene.